News

E-commerce in Italia: dati alla mano

Riguardo l'e-commerce in Italia, la Casaleggio Associati ha pubblicato il report del 2016[1], da cui emerge che il valore del fatturato del commercio online nel 2015 ammonta a 28,8 miliardi di Euro, con una crescita del 19% sul 2014[2].

Com’è distribuito il fatturato dell’e-commerce in Italia?

  • Settori turismo e tempo libero: rappresentano oltre tre quarti del mercato e sono i settori più maturi.
  • Settore centri commerciali on line: è quello che è cresciuto maggiormente, soprattutto grazie alla presenza di grandi player internazionali (+140%).
  • Settore alimentare: crescita importante per l’Italia (+77%); i player internazionali hanno fatto il loro ingresso con progressive acquisizioni, ma fondamentale è stata anche la crescita dei player locali; inoltre da segnalare anche il lancio di Amazon Prime Now per la consegna della spesa a casa, limitatamente però al comune di Milano e a 34 comuni dell’hinterland.
  • Settori editoria, moda, casa e arredamento, salute e bellezza: crescita ma fatturato online ancora ridotto.
  • Settore elettronica: unico settore in contrazione (-15%) in quanto non riesce a contrastare la concorrenza dei mall online.

Le aziende che fanno e-commerce in Italia sono circa 16 mila nel 2016 e si stima che arriveranno a 50 mila entro il 2025. Un terzo di esse è localizzato in Lombardia (3 mila) e nel Lazio (1.840).

e-commerce in italia | web marketing

 

E-commerce mobile

Con “mobile” non ci riferiamo al settore mobilia! Per Mobile (pronuncia /ˈməʊbiːl/) si intende ogni dispositivo che segue la mobilità dell’utente, quindi smatphone, tablet, laptop…
Possiamo definire il 2015 “l’anno del mobile”: il fatturato dell’e-commerce in Italia su canale mobile ha rappresentato in media il 22% del totale. Se ne deduce che ormai anche in Italia questo sia un canale fondamentale per la vendita online. Il consumatore finalizza l’acquisto sia attraverso il sito mobile (che dovrà necessariamente possedere requisiti di responsività) che attraverso app che gestiscono la vendita.
A inizio 2016 sono stati oltre 22 milioni gli Italiani collegati al mese tramite dispositivo mobile: circa il 50% della popolazione di riferimento e 5 milioni in più rispetto al 2015.

e-commerce italia | marketing digitale

 

Social media preferiti dalle aziende di e-commerce in Italia

Le aziende di e-commerce in Italia giudicano i social media uno strumento utile ed efficace per promuovere il loro business. Ecco l'elenco dei social preferiti dalle aziende di e-commerce, presentati in ordine di efficacia:

  • Facebook resta il principe dei social, con un 66% delle aziende che lo giudica efficace o molto efficace.
  • YouTube è al secondo posto, ritenuto efficace o molto efficace dal 32% delle aziende che fanno e-commerce.
  • Instagram si aggiudica la medaglia di bronzo: il 23% delle aziende lo ritiene efficace o molto efficace.
  • Continua invece a diminuire l’efficacia percepita riguardo Twitter, che scende al 16%.
  • Seguono Google Plus, Pinterest e LinkedIn.

web marketing | e-commerce in italia

 

Web marketing e promozione online: non solo social

Le attività di web marketing sono indispensabili per migliorare le vendite online, in particolar modo se vogliamo accrescere la visibilità del nostro e-commerce.
Sempre secondo i dati del Report 2016 Casaleggio Associati, ecco le attività di web marketing su cui le aziende di e-commerce in Italia focalizzano il loro budget: 

  • keyword advertising: attività di promozione attraverso l’impiego di parole chiave; vengono utilizzati programmi come Google AdWords (29% delle risorse disponibili stanziate in questa attività);
  • attività di SEO (Search Engine Optimization): insieme di strategie online che come scopo hanno l’ottimizzazione di un testo (sito, blog..) per i motori di ricerca (19% delle risorse disponibili stanziate nelle attività di SEO);
  • social media: gli investimenti tornano a crescere (vedi sopra Social Media preferiti dalle aziende di e-commerce in Italia);
  • e-mail marketing: lieve calo degli investimenti rispetto al 2015 (dal 21% al 19% del 2016).

Per far sì che queste attività siano efficaci per la promozione e il potenziamento del nostro e-commerce (e in generale del nostro business) è necessaria una buona consulenza di web marketing e rivolgersi dunque a dei professionisti che individuino le strategie migliori e più adatte a noi.

[1]Casaleggio Associati, E-commerce Italia 2016
[2]Fatturato e-commerce in Italia e crescita annuale: 2013= 22.337.275.000€; 2014= 24.188.468.000€ (+8%); 2015= 28.850.766.000€ (+19%)

Seguici su LinkedIn iscrivendoti al nostro canale

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.