Strategie

Matrice di Ansoff o Matrice Prodotto Mercato

La matrice di Ansoff o Matrice Ansoff se fosse usata nelle PMI implicherebbe che la proprietà non investirebbe molto tempo e denaro nel cercare l’innovazione senza chiedersi strategicamente come certe scelte possano influire sull'azienda.
Le speranze riposte in un nuovo prodotto o servizio, se non supportate da un idea strategica di fondo che identifica un obiettivo, non producono neanche la metà dei risultati attesi.

Ovviamente il discorso della pianificazione strategica è alquanto complesso e lungo e deve essere corredato dall’uso di una serie di strumenti idonei ad indirizzare la riflessione.

 

La Matrice di Ansoff è uno strumento che funge da ausilio per mostrare in modo semplice e immediato le possibilità di crescita di un business.
Elaborata nel 1957 da Igor Ansoff, la Matrice di Ansoff è detta anche matrice delle opportunità prodotto / mercato, ed  identifica quattro alternative per le strategie di marketing che possono essere adottate per mantenere o aumentare le vendite di una Strategic Business Unit (SBU, altrimenti detta Area Strategica d'Affari) o di un prodotto.

Matrice di Ansoff: due variabili per quattro alternative di scelta 

La Matrice di Ansoff si costruisce da due variabili che si intersecano per ottenere le 4 alternative ottenibili dalla matrice sono Prodotti e Mercati, i quali vengono distinti in base al fatto che siano “nuovi” o “attuali”.  Si viene quindi a creare una situazione di questo genere:matrice di ansoff | matrice prodotto mercato | matrice ansoff

Matrice di Ansoff: le quattro strategie della matrice prodotto mercato

Con la Matrice di Ansoff o matrice prodotto mercato si possono ottenere quattro strategie che sono quindi:

  • Quadrante 1 della Matrice di Ansoff: Penetrazione di mercato

    (prodotti attuali, mercati attuali) è la posizione, caratteristica della maggior parte delle imprese, che vede quindi la proposta di un prodotto esistente in un mercato esistente. In base al primo quadrante della Matrice di Ansoff, il modo migliore per aumentare la quota di mercato della Strategic Business Unit in questione se si persegue una strategia di market penetration è senz’altro quello di conquistare i clienti dei concorrenti attraverso politiche di prezzo, andando quindi a determinare prezzi inferiori rispetto a quelli della concorrenza, così come si può pensare di attrarre nuova clientela attraverso campagne pubblicitarie (si pensi alle piccole aziende le quali hanno competenze solo su un determinato settore). Esempio lampante è quello di Pepsi-Cola che negli anni ha intrapreso con il leader di mercato una vera e propria “guerra della cola”: negli anni ’80, grazie a forti investimenti in marketing e comunicazione, sfruttando anche testimonial d’eccellenza (Ray Charles, Madonna, Tina Turner tra tutti) Pepsi Cola arrivò a penetrare il mercato statunitense a tal punto da sorpassare la quota di mercato di Coca-Cola e a sviluppare notevolmente la propria Strategic Business Unit principale;
  • Quadrante 2 della matrice prodotto mercato: Sviluppo del prodotto

    (prodotti nuovi, mercati attuali). Secondo la matrice di Ansoff sovente accade che aziende le aziende le quali sono già inserite in un dato mercato, o addirittura lo controllano, decidano di inserire un nuovo prodotto, o al fine di tentare di rivoluzionare le regole di quel mercato stesso (ad esempio Apple quando ha lanciato il primo iPhone in un mercato dominato in larga scala dai cellulari “indistruttibili” di vecchia generazione a marchio Nokia) o al fine di restare leader all’interno del contesto competitivo in cui si opera (si veda McDonald, la quale nonostante sia leader indiscusso a livello mondiale nel settore del fast food immette continuamente sul mercato nuovi prodotti), andando quindi a creare una nuova Strategic Business Unit;
  • Quadrante 3 della matrice Ansoff: Sviluppo del mercato

    (prodotti attuali, mercati nuovi): un prodotto esistente in un mercato può essere esportato in un segmento diverso di consumatori, a livello geografico o anche di settore. Nella matrice di Ansoff è’ una strategia meno rischiosa della precedente (la Parmalat, azienda italiana del settore alimentare, attraverso una strategia di sviluppo del mercato è riuscita con gli anni a penetrare mercati nuovi, vedasi il Brasile, e a diventarne leader), la quale permette di espandere una Strategic Business Unit in un mercato fino a quel momento non servito.
  • Quadrante 4 della matrice di Ansoff Diversificazione e sviluppo integrato

    (prodotti nuovi, mercati nuovi): è una strategia caratterizzata da alto tasso di rischio ed alti investimenti, ma in caso positivo è la strategia che garantisce i migliori risultati. (lampante è l’esempio di NABI, società ungherese produttrice di autobus, che ha aperto un oceano blu capace di neutralizzare la concorrenza negli Stati Uniti, diversificando il proprio prodotto rispetto alla concorrenza, riducendo notevolmente i costi di manutenzione e utilizzo del prodotto) Tale strategia secondo la Matrice di Ansoff permette di creare ex novo una Strategic Business Unit.

Generalmente, le imprese seguono un percorso prevedibile tra queste quattro opzioni sopra evidenziate dalla Matrice di Ansoff per cercare di sviluppare il loro business. 

 

Seguici su LinkedIn iscrivendoti al nostro canale

Al fine di fornire la migliore esperienza online questo sito utilizza i cookies.
Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei cookie.